I flussi elettorali a L’Aquila: gli elettori 2013 del M5s consegnano la vittoria al centrodestra

Elisabetta Mannoni

7 ARTICOLI 0 COMMENTI
Elisabetta Mannoni è una studentessa dell'Università degli Studi di Milano, dove è iscritta al corso di laurea magistrale Governance e processi decisionali. Ha conseguito un Master of Research in Political Science alla Pompeu Fabra di Barcellona, dopo essersi laureata in Politics, Philosophy and Economics alla LUISS Guido Carli, con una tesi sulle euristiche di voto in Italia, contenente una analisi empirica di dati di sondaggio relativi al referendum costituzionale del 2016. I suoi interessi riguardano principalmente la psicologia politica e le scienze comportamentali.

Ci eravamo lasciati due settimane fa con una vittoria al primo turno mancata per un pelo dal candidato di centrosinistra Di Benedetto, e ci ritroviamo oggi con una situazione ribaltata, che vede uscire vittorioso il candidato di centrodestra Biondi, salito, rispetto al primo turno, di quasi 20 punti percentuali - mentre Di Benedetto ne ha perso qualcuno. Come è stato possibile? Chi è che ha cambiato rotta, e in che direzione si è mosso? Guardando i flussi possiamo dire senza troppi indugi che Di Benedetto è stato meno abile di Biondi nell’accaparrarsi voti altrui ed eventualmente mobilitare gli astenuti. Fig. 1 –...

Di Benedetto manca di poco la vittoria al primo turno, malgrado le liste a suo sostegno superino il 50%. Segue Biondi (35.9%): al ballottaggio nuova sfida centrodestra vs. centrosinistra. PD lista più votata. Seconde Forza Italia e la lista civica Il Passo Possibile. Il Movimento 5 Stelle non supera neanche il 5%.   Dopo l’amministrazione decennale del sindaco uscente Massimo Cialente (2007-2017) le liste a sostegno del candidato di centrosinistra alla successione, Americo Di Benedetto, superano di un punto abbondante il 50%. Tuttavia, per effetto del voto disgiunto, il candidato non ottiene la vittoria al primo turno, raccogliendo “solo” il 47% dei...