Dove stanno davvero gli elettori fluttuanti?

De Sio, L. (2006). Dove stanno davvero gli elettori fluttuanti? Rivista Italiana Di Scienza Politica, 36(3), 393–414. Retrieved from http://www.rivisteweb.it/doi/10.1426/23353

ABSTRACT

The close outcome of the Italian general elections of 2006 highlights the crucial role of floating voters, switching from one coalition to its opponent. Using survey data, the paper studies the relation between the degree of political interest and knowledge of individual voters and their propensity to switch between competing coalitions in subsequent elections. Two rival hypotheses are proposed. The first, dubbed the "electoral market", states that most vote change happens among the most interested and informed. On the contrary, the rival hypothesis of the "electoral bazaar" envisages a scenario where floating voters are mostly among the least politically involved. The results of the analysis show a marked difference between patterns in the First and the Second Republic.

Vai al sito web

Lorenzo De Sio è professore ordinario di Scienza Politica presso la LUISS Guido Carli. Già Jean Monnet Fellow presso lo European University Institute e Visiting Research Fellow presso la University of California, Irvine, è membro del Consiglio Scientifico di ITANES (Italian National Election Studies) e partecipa a EUDO (European Union Democracy Observatory) e al progetto di ricerca internazionale “The True European Voter”. Oltre alla LUISS, ha insegnato nelle Università di Firenze e Siena. I suoi interessi di ricerca attuali vertono sui modelli spaziali e non-spaziali di comportamento di voto e competizione partitica, con particolare attenzione al ruolo delle issues. È autore dei volumi Elettori in movimento (Polistampa, 2008), Competizione e spazio politico (Il Mulino, 2011) e curatore di La politica cambia, i valori restano? Una ricerca sulla cultura politica dei cittadini toscani nonché co-curatore di vari altri volumi in italiano e in inglese. Tra le sue pubblicazioni ci sono articoli apparsi su American Political Science Review, Comparative Political Studies, Electoral Studies, West European Politics, South European Society and Politics, oltre che su numerose riviste scientifiche italiane. Clicca qui per accedere al profilo su IRIS.