SHARE

Goodbye Zona Rossa
Il successo del centrodestra nelle comunali 2018

a cura di Aldo Paparo

A pochi giorni dall’insediamento del Governo Conte, le elezioni comunali del giugno 2018 chiamavano nuovamente alle urne, a tre mesi dalle politiche del 4 marzo, quasi 7 milioni di italiani per rinnovare gli organi di governo locale in 760 comuni. Le comunali del 2018, quindi, rappresentano un irripetibile occasione per la comunità scientifica di trarre indicazioni circa come gli elettori hanno reagito ai quasi 100 giorni di crisi di governo, agli eventi che si sono susseguiti, e quindi comprendere lo stato dei rapporti di forza fra i diversi attori in campo, compresi i due partner di governo – oltre che, più in generale, mappare l’evoluzione della geografia elettorale del nostro paese, e verificare in che misura i risultati locali si adeguano all’ondata del 4 marzo.

In questo volume, il dodicesimo della serie dei Dossier CISE, questa tornata elettorale viene analizzata in dettaglio con riferimento ai 109 comuni superiori chiamati alle urne. Attraverso le analisi raccolte, relative tanto all’insieme delle città chiamate al voto, quanto ai singoli casi più importanti, è possibile apprezzare i principali spunti di riflessione emersi dalle comunali 2018. Due in particolare. Il primo partito d’Italia, il M5S, nonostante lo straordinario risultato ottenuto delle politiche, ha confermato ancora una volta la propria scarsa capacità di rendimento nelle elezioni comunali. Così, ancora una volta, la competizione per la conquista delle amministrazioni cittadine è stata fra il centrodestra e il centrosinistra. E qui c’è l’altro importante evento di queste elezioni: il successo del centrodestra. Trascinato dalla Lega di Salvini, infatti, riusciva quasi a raddoppiare il numero di comuni amministrati, superando ampiamente il centrosinistra – anche nella Zona Rossa, grazie alla conquista di alcune città simbolo della (ormai finita?) egemonia rossa (quali Siena, Pisa e Terni).

Scarica l’e-book in formato PDF Scarica i singoli capitoli in PDF