Il CISE ospita

Il CISE ospita

Il CISE ospita

Scrisse Leonardo Sciascia, al cui lampo della penna seguiva il tuono delle parole: “Il cammello della democrazia italiana ha nella cruna siciliana uno dei passaggi essenziali per il suo futuro”. Una profezia auto avveratasi, giacché l’Isola non disdegna formule politiche avanguardistiche e premonitrici degli assetti nazionali. Qui, nelle regionali dell’ottobre 2012, si registrarono le prime scosse del terremoto elettorale del febbraio 2013, e hic et nunc potrebbe andare in scena la première del 2018. Il M5s gioca l’anticipo della partita primaverile, laddove cinque anni fa s’impose come lista più votata (14,88%). Per vincere, dovrà campire le lacune nel radicamento territoriale...

Al Sud le elezioni amministrative coinvolgono 80 comuni superiori, di cui 9 capoluoghi di provincia (Catanzaro, Frosinone, L’Aquila, Lecce, Oristano, Palermo, Rieti, Taranto e Trapani). I candidati totali sono 428, in media 5,4 per comune; media che si alza a 6,1 nei capoluoghi, dove i candidati totali sono 55. Le formazioni politiche maggiormente presenti sono Pd e M5s, entrambi competitivi in 9 capoluoghi su 9 e praticamente appaiati nella totalità dei comuni superiori (rispettivamente 65 e 64). Subito dietro Forza Italia, anch’essa presente in tutti i capoluoghi, ma più ridimensionata se si considera il totale dei grandi comuni (54...

Nella Zona Rossa nelle elezioni comunali 2017 si presentano al voto 21 comuni superiori, di cui 4 sono comuni capoluogo (Parma, Piacenza, Lucca e Pistoia). I candidati sono 132 con in media più di 6 candidati per i comuni superiori mentre nei quattro comuni capoluogo, a fronte di 34 candidati, in media sono presenti più di 8 candidati per comune. Per quanto riguarda l’offerta elettorale, Forza Italia, Pd e M5s portano i loro candidati in ognuno dei quattro comuni capoluogo e nella quasi totalità dei comuni superiori (Forza Italia totalizza un 21/21, mentre il Pd e il M5s rispettivamente si...

Emmanuel Macron’s presidential majority – consisting of his movement La République En Marche (LREM) and centrist party Modem – has largely win the second round of the legislative elections on June 18, although with a smaller margin than predicted after the first round. LREM on its own has obtained the absolute majority in the lower house with 308 seats out of 577. Mainstream parties of the left and the right realized some of the worst electoral performances in parliamentary elections: the Parti Socialiste (PS) hits a record low, with only 30 MPs, and making a parliamentary group of a...

Dr. Alistair Clark Newcastle University Alistair.clark@ncl.ac.uk The UK goes to the polls on the 7th May 2015 in what is widely expected to be the tightest and most uncertain general election contest since the 1970s. Like many other countries, the UK is facing a highly sceptical and volatile electorate, a populist right-wing insurgency, pressure from secessionists and the breakdown of what many comparative scholars have long held to be a defining characteristic of British politics, the two-party system.  There are a number of things that are likely to be major issues in the election. Six of the most important are as follows. No...